Aurelio Nicolazzo nasce a Udine nel 1964 da padre ufficiale dell’Esercito Italiano e madre casalinga. Vive la sua  infanzia spezzettata fra varie città del Nord Italia fino a che dovrà trasferirsi con la famiglia a Roma nel 1970. Qui seguirà il corso completo di studi, ottenendo il Diploma di Maturità Classica e specializzandosi in Informatica ed Elettronica Digitale. Gli studi universitari saranno interrotti per un tirocinio di concorso presso l’Accademia Militare di Modena, che lascerà per vincere il concorso di Allievo Ufficiale di Complemento (solo per il servizio militare e non per carriera), che dovrà lasciare anch’esso per problemi di salute, malgrado sempre ottimi riconoscimenti in entrambe le esperienze militari. Infine il servizio militare svolto fino all’ottobre 1986. Dal 1985 conosce la sua nuova fiamma, una ragazza calabrese per cui si trasferirà nella abitazione calabrese di famiglia e starà con lei fino al 1991. Lì scoprirà l’arte della pittura e continuerà a scrivere poesie, attività già iniziata nel 1979, parimenti alla sua attività di fotografo artistico. In tale periodo prendono luce diversi lavori come saggi, poesie, quadri, programmi informatici e approfondirà le sue conoscenze in campo esoterico e paranormale. Aurelio Nicolazzo migliorerà la sua preparazione culturale seguendo con successo altri corsi di specializzazione tecnica, come Disegnatore Edile, Webmaster e Grafico Web e nel 2004, il prestigioso corso di studi presso l’Accademia d’Arte RUFA di Roma, conseguendo l’attestato di studio e proseguendo gli studi per alcuni anni.  Anche l’attività di yoga lo ha accompagnato nella crescita personale, avendo seguito anche un corso di danza indiana e uno di Cristalloterapia con la nota studiosa romana Maria Grazia Albanese. Aurelio Nicolazzo produrrà inoltre un libro di informatica nel 1995 dal titolo “Prospettiva bit” e scriverà diverse sceneggiature, sia per cortometraggi che per film, avendo partecipato a vari concorsi di sceneggiatura. Ha quindi girato due film, uno il mediometraggio “Es tauta poleis” del 1995 e l’altro “La corsa al posto” del 1996. Infine scriverà nel 2001 il romanzo “Justine 2000”, giudicato come un’ottima sceneggiatura. Parimenti numerosi gli articoli scritti per riviste tecniche di vario argomento, cosa che avviene tuttora. Come attività lavorativa, ha prestato servizio per le Società Page Europa, INA Assitalia, SIA informatica, Fastweb, Telecom Italia. È stato anche dirigente di un noto centro ufologico, grazie ai risultati della sua ricerca sul campo. Le mostre di pittura sono numerose e prestigiose, effettuate nel corso degli anni, anche presentate in televisione per canali privati. Aurelio Nicolazzo, lavora per la poesia e l’arte nella sua abitazione di Roma (opere artistiche di grandi dimensioni) e nella residenza estiva in Calabria dove ha attivato un atelier per opere pittoriche di dimensioni medie e piccole. Ha collaborato con l’Editrice Pagine per la poesia e ha ricevuto i riconoscimenti di importanti gallerie d’arte, come la Saatchi Gallery di Londra, la Galleria Gaudi di Madrid e la Agora Gallery di New York e altre ancora. Attualmente collabora con diverse gallerie sul territorio nazionale.

Sito internet: www.eliounico.it

Biografia: http://www.eliounico.it/Html/biogr.htm